Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background

Strano nome per una spiaggia dell’isola d’Elba, ma se i nostri predecessori hanno voluto associare la forza divina del personaggio biblico colla potenza del luogo, allora condivido. La breve e candida spiaggia si trova infatti a ridosso di un’imponente e bella scogliera, ultima propaggine occidentale delle bianche scogliere di Portoferraio.Il fatto che sia molto frequentata lo capirete qualche centinaio di metri prima dell’imbocco della strada secondaria che porta alla spiaggia: decine d’auto scompostamente posteggiate lungo la strada provinciale, ciò potrebbe scoraggiarvi, ma siate certi che la vostra pazienza sarà ben ricompensata. Dobbiamo dirlo: non è facilissimo raggiungere questa spiaggia, prima il posteggio “libero”, poi una passeggiata di 4/500 metri comprensivi di un sentiero assai sconnesso, sia in discesa che in salita. La spiaggia di Sansone esige qualche sacrificio e certamente esclude chi abbia problemi di deambulazione. Nonostante le difficoltà, durante l’alta stagione rassegnatevi a condividerla con una quantità sorprendente di turisti, molti dei quali giovani e giovanissimi.

sansone trasparenze

L’antica Sorgente
Lasciata l’auto, la breve escursione per arrivare a destinazione procede prima con una discesa su strada asfaltata in mezzo ad abitazioni di residenti che prosegue con meno di 100 metri di sentiero stretto e sconnesso. A questo punto incapperete in una spiaggia di ghiaie bianche, ma non è la spiaggia di Sansone, anche se potrebbe piacervi fino a decidere di non andare oltre: è la spiaggia della Sorgente, poco meno di un centinaio di metri di ghiaie bianche e di mare trasparentissimo, molti si accontentano. Qui di sorgenti non ce ne sono più, certamente il nome non le fu dato a caso, ma al momento dovrete accontentarvi di un chiosco ben fornito con calcio balilla vista mare.

Se invece siete tipi determinati e conservate uno spirito sportivo, o almeno giovanile, potrete affrontare il sentiero che s’inerpica per circa 50 metri sulla scogliera, tra una vegetazione coriacea e sempreverde. Durante la salita, se non soffrite di vertigini, ci sono un paio di punti panoramici dai quali incomincerete ad assaporare la luce e l’atmosfera del posto. Uno scoglio appena separato dalla scogliera, alto 5/6 metri, separa la spiaggia della Sorgente dalla spiaggia di Sansone e costituisce il trampolino di coraggiosi quanto improvvisati tuffatori.

spiaggia sansone scogli
Infine la meraviglia
Arrivati all’apice del sentiero, il colpo d’occhio merita una breve sosta. Davanti a voi, in tutta la sua maestosa bellezza, vi apparirà uno degli angoli più suggestivi dell’isola d’Elba: le scogliere sono tanto imponenti quanto attraente è il fondale antistante, sicuramente uno dei più interessanti dell’Elba, fosse pure per una breve nuotata.
Solitamente l’acqua è di una luminosità che lascia vedere in trasparenza il bel fondale bianco, man mano che lo sguardo si volge verso il largo, s’intravede una rigogliosa prateria di poseidonia, nella quale vivono numerosi e diversi residenti del mare nostrum.
Difficile descrivere la soddisfazione che deriva dal nuotare in questo pezzo di mare, dà la sensazione di un diventare partecipi della potenza del luogo.
La spiaggia è piccola, dotata di un punto noleggio di sdraio, ombrelloni, pedalò e canoe che consiglio a chi non si cimenterà in lunghe nuotate, per visitare le scogliere d’intorno.
La spiaggia è delimitata ad est dallo scoglio/trampolino che abbiamo incontrato all’arrivo, intorno a questo scoglio, dalla parte verso terra, l’acqua è bassa e cristallina ed è facilissimo raggiungere la spiaggia della Sorgente. Dalla parte opposta, ad occidente la spiaggia è chiusa dalla scogliera, ma circa 50 metri più avanti, si scorge un altro breve arenile che potrete raggiungere a nuoto, l’acqua è bassa e qualcuno vi riesce anche a guado. Vi diranno che è sconsigliato sostare in questa “ultima spiaggia” a causa di sassi che potrebbero cadervi addosso: tenete presente che questa è una possibilità non remotissima sotto qualsiasi scogliera.
La parte centrale della spiaggia è occupata da sdraio e ombrelloni dati a noleggio, ma rimane sempre una buona parte di spiaggia libera sia a destra che a sinistra e che a mio avviso sono anche le parti più belle!

panoramica spiaggia sansone

Il Faraglione 
Se deciderete per una nuotata di almeno 20/30 minuti, non mancate di dirigervi lungo-costa verso il promontorio dell’Enfola, ovvero nella direzione opposta rispetto alla spiaggia della Sorgente. Avrete così la possibilità di godervi dal vivo la spettacolare scogliera almeno fino al faraglione forato. Si tratta di un grosso blocco di roccia staccatosi dalla scogliera madre con una spaccatura al centro ben lavorata dal mare e che facilmente potrete attraversare a nuoto. Il fondale è magnifico, un pezzo autentico di Mediterraneo.
Ecco cos’è la spiaggia di Sansone: Mediterraneo allo stato puro.

Graziano Rinaldi

671 Condivisioni
  • Mi piacerebbe molto contattarmi con te e chiacchierare da questo punto di vista tu che conosci così bene l’isola d’Elba!! Ci siamo stati l’anno scorso e purtroppo siamo stati ad agosto per motivi di lavoro. Siamo una famiglia con quattro ragazzi quasi adulti e tutti grandi camminatori! A detta di questo abbiamo alloggiato a Capoliveri e praticamente abbiamo camminato tanto per raggiungere le spiagge e calette meno affollate e abbiamo fatto quasi tutta la coda di pesce dell’elba, in una settimana ! Vi abbiamo trovato parecchie meduse e non ci invitavano molto al bagno ma i posti sono incantevoli nonostante questo disagio! Il penultimo giorno siamo stati alla spiaggia di Sansone era un venerdì era bellissima e l’acqua meravigliosa ma stavamo gomito a gomito con altri bagnanti e dovevamo fare a turno per fare il bagno perche’ ci occupavano subito i posti sotto un unico ombrellone per noi che eravamo in sei! Era una situazione invivibile!! L’ultimo giorno avevamo il traghetto la sera e siamo stati sul monte Capanne una delle meraviglie uniche al mondo con un cielo così limpido e azzurro che si vedeva la Toscana e tutte le isole intorno compresa la Corsica.
    Poi con la macchina abbiamo praticamente fatto tutta la litoranea dell’Elba fino a tornare a Portoferraio per il traghetto…..Contiamo di tornarci ma non so ancora quando perché mio marito lavora all’estero e tre ragazzi studiano fuori….Ma soprattutto vorrei essere consigliata sulle spiagge tranquille raggiungibilii anche con un po’ di trekking e senza meduse!!! Grazie! Rita

    La prossima estate vorremmo

  • Ciao vorrei chiacchierare un po’ con te per far luce su alcune lacune di una vacanza fatta l’anno scorso con la mia famiglia composta da quattro ragazzi ormai quasi tutti adulti purtroppo nel mese di agosto. Abbiamo alloggiato a Capoliveri e dato che siamo tutti e sei grandi camminatori, abbiamo raggiunto con circa due ore di cammino delle spiagge o calette per trovare meno folla e un po’ di tranquillità. Abbiamo praticamente fatto quasi tutta la coda di pesce dell’isola d Elba. E la parte di mare dove abbiamo trovato meduse….Nonostante spiagge meravigliose la presenza delle meduse ci scoraggiata un poco a fare il bagno. Nel penultimo giorno siamo stati alla spiaggia di Sansone e nonostante fossero le nove del mattino forse perché era ad agosto abbiamo trovato in questa favolosa spiaggia una calca umana e noi in sei sotto un unico ombrellone dovevamo fare i turni per fare il bagno perché continuava ad arrivare gente ad occupare tutti i minimi spazi che trovavano e alla fine trovandoci gomito a gomito con altra gente abbiamo preferito andarcene ….Peccato!!!
    Il prossimo anno vorremmo ritornare magari in posti più tranquilli e con il mare bello anche facendo un po’ di trekking! Purtroppo ad agosto e forse magari a giugno ma non saprei essere precisa perché si tratta di un ritrovo di tutta la famiglia dato che i miei figli studiano fuori e anche mio marito lavora all’estero e quindi trovare una data per trascorrere le vacanze insieme….
    Poi l’ultimo giorno che avevamo il traghetto la sera siamo stati sul monte capanne e siamo rimasti incantati dalla bellezza degli immensi panorami….! Poi abbiamo fatto tutta la litoranea con la macchina dalla parte opposta di Capoliveri e volevamo passare a Fetovaia ma abbiamo desistito per l’impossibilità di parcheggiare! Tutto qui aspetto i tuoi consigli e appartamenti con vista mare in cui cenare all’aperto tutti insieme!
    Grazie

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. Il campo è facoltativo