L'Elba e le sue leggende d'amore

 

Vorremmo invitarvi a riflettere sul confine che separa la fantasia dalla realtà. Paulo Coelho scriveva: “Ho imparato che il mondo possiede un’anima, e chi riesce a comprendere quest’anima riuscirà a comprendere il linguaggio delle cose.” La storia dell’uomo è accompagnata da leggende, tutte lanciano un messaggio profondo: paura, vendetta, odio. Altre parlano d’amore, anche se tristi, ci fanno sperare e credere ancora in sentimenti infiniti e capaci di risvegliare il cuore.

Vorremmo condividere con voi il racconto di due leggende Elbane, sperando che vi possano accompagnare in questo viaggio per l’isola con un pizzico di poesia.

La principessa Alba ed il cavaliere Sabino sono i due personaggi della Leggenda delle Grotte, la storia di un amore folle e tormentato. I due amati invocarono la Dea Venere e chiesero protezione, come luogo sicuro per il proprio amore la Dea indicò l’Isola d’Elba. In cambio avrebbero dovuto dedicare all’interno del loro nido d’amore un’area votiva alla Dea Stessa. Una volta costruita la casa i due se ne dimenticarono, come punizione la Dea rubò la memoria di Sabino, che cominciò a vagare come un’anima sperduta sull’Isola. La leggenda narra che ancora oggi si possa sentire, tra i ruderi della dimora romana nei pressi delle Grotte di Portoferraio, il richiamo disperato di Alba che non ha mai rinunciato a ritrovare il suo amore perduto.

Risale al tempo dei pirati e dei corsari, il dramma di Lorenzo e Maria, due giovani legati da un amore incondizionato ma contrastato dalle rispettive famiglie. Il loro rifugio era la Spiaggia dell’Innamorata del comprensorio di Capoliveri. Proprio sulla riva del mare, durante la vendemmia, Lorenzo fu rapito dai pirati. Nel tentativo di salvarlo, Maria cadde in mare e fu travolta dalle onde. Il mare la portò con sé, lasciandone in ricordo il suo scialle. In sua memoria ogni anno il 14 luglio si festeggia la festa dell’Innamorata.

19 Condivisioni